Curiosità sulla nostra casa d’aste

Abbreviazioni

  • Abb. Figura
  • B. Larghezza
  • besch. danneggiato
  • beschn. tagliato
  • best. smussato
  • bez. denominato
  • Bd. Volume
  • Bl. Foglio
  • bzw. ovvero
  • ct Carati (pietre preziose)
  • D. Diametro
  • dat. datato
  • erg. aggiunto
  • GG Oro giallo
  • H. Altezza
  • Jhdt. Secolo
  • K Carati (metalli preziosi)
  • L. Lunghezza
  • Lwd. Tela
  • monogr. monogrammato
  • Nr. Numero
  • rep. riparato
  • rest. restaurato
  • rest.bed. da restaurare
  • rücks. Sul retro
  • sign. firmato
  • T. Profondità
  • vgl. confronta
  • WG Oro bianco
  • zug. attribuito

Domande frequenti

Quante volte l’anno hanno luogo le aste?

Hampel Fine Art Auctions svolge circa 28 aste all’anno, nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre. L’esposizione delle opere per la rispettiva asta inizia circa una settimana prima dell’asta stessa. Le date delle esposizioni e delle vendite all’asta sono riportate qui.

Devo avere un biglietto d’ingresso oppure simile per visitare l’esposizione e l’asta?

No, sia l’esposizione che l'asta sono aperte al pubblico ed accessibili a tutti. Solo se desiderate concorrere alla nostra vendita all’asta sarà necessario registrarsi prima. Per la formulazione di offerte scritte e per telefono trovate qui i rispettivi moduli, per le offerte formulate personalmente registratevi presso la nostra sede prima dell'asta oppure già durante l’esposizione degli oggetti.

Come e dove posso ricevere i cataloghi dell’asta?

I cataloghi sono pubblicati circa due settimane prima dell’asta stessa. Questi si possono acquistare presso la nostra sede oppure ordinare per telefono, per fax e su internet. Vi è la possibilità di acquistare singoli cataloghi o di fare un abbonamento.

Cosa devo fare per concorrere alla vendita all’asta?

Le offerte possono essere formulate personalmente in sala, per telefono oppure per iscritto. Vi potete registrare in loco per concorrere personalmente all’asta oppure ci inviare offerte scritte o telefoniche fino al massimo 24 ore prima dell’asta, volendo anche per fax.
I nuovi clienti sono pregati di presentare la carta d’identità oppure il passaporto, o di inviare una copia del rispettivo documento, e di indicare le proprie coordinate bancarie o il numero di carta di credito.

Come posso pagare gli oggetti acquistati in asta?

Gli oggetti acquistati possono essere pagati in contanti, con carta bancomat, assegno oppure bonifico bancario. Un pagamento con carta di credito purtroppo non è possibile. Il ritiro della merce può essere effettuato solo dopo l’avvenuto pagamento

È possibile ritirare la merce aggiudicata il giorno stesso dell’asta?

Sì, se il pagamento è avvenuto in contanti e se si tratta di oggetti piccoli. Grandi mobili potranno essere ritirati solo a partire dal lunedì dopo l’asta presso i nostri magazzini.

Dopo l’asta, quanto tempo ho a disposizione per pagare e ritirare la merce?

La merce deve essere pagata e ritirata entro due settimane dopo l’asta. La merce non ritirata viene immagazzinata a spese dell’acquirente nella nostra sede o presso una un’impresa di spedizioni.

Vorrei farmi inviare o consegnare gli oggetti aggiudicati. Cosa devo fare?

Fondamentalmente la nostra casa d’aste non organizza trasporti. Oggetti piccoli con dimensioni massime di 40 x 40 x 40 cm possono essere spediti per posta, pagando le spese di spedizione (generalmente tra € 25,- e € 50,- più le tasse postali). Vi possiamo fornire anche una lista con i dati di contatti di imprese di spedizioni consigliabili. Inoltre avete anche la possibilità di ritirare la merce aggiudicata personalmente oppure di incaricare un trasportatore di vostra fiducia. Ulteriori informazioni sono disponibili sul nostro formulario di spedizione e ritiro.

Dopo l'asta è possibile una postvendita?

Sulla base dell’elenco dei risultati disponibile su Internet oppure su ordinazione, pochi giorni dopo la vendita all'asta potrete venire a conoscenza di quali oggetti non sono stati venduti. Nella settimana dopo l’asta potranno essere presentate offerte dopo-asta per iscritto.

Cosa significa, se il battitore dice “u.V.” durante l’asta?

L’abbreviazione “u.V.” vuol dire “con riserva” (tedesco: unter Vorbehalt). L’oggetto è stato aggiudicato ad un prezzo inferiore al prezzo minimo/limite concordato con il proprietario e pertanto dovrà essere richiesta prima l’autorizzazione da parte del proprietario. Un’aggiudicazione “fissa” dovrà essere concordata quindi prima con il proprietario. Solo dopo un accordo con il proprietario la merce potrà venire consegnata.

Ho a casa degli oggetti che vorrei fare vendere all’asta. Cosa devo fare?

È consigliabile inviarci prima via email o per posta delle foto oppure passare personalmente durante gli orari di apertura. In entrambi i casi, i nostri esperti esamineranno gli oggetti senza impegno e vi comunicheranno se e a quali condizioni gli oggetti potranno essere messi all'asta. Per ulteriori informazioni cliccare qui.

Quando ricevono i proprietari degli oggetti il realizzo dell’asta?

Circa sei settimane dopo l’asta premesso che la merce sia stata pagata dall’acquirente. Il pagamento viene effettuata come indicato sul contratto di consegna, in contanti, con un bonifico o assegno bancario. Per ulteriori informazioni cliccare qui.

Come è regolamentato il mio rapporto legale durante l’asta?

Il regolamento giuridico delle nostre aste si basa sulle nostre condizioni d’asta che sono elencate qui. Per una facile consultazione, un estratto delle condizioni è stato riassunto nelle informazioni per gli acquirenti.